P  R  E  S  E  N  T  A

C’era una volta...

...Quattordici Miliardi di anni fa ...IL NULLA.
 Noi interpretiamo IL NULLA come IL VUOTO ...Come l’assenza di qualcosa.
 E ricerchiamo un termine di paragone rispetto al quale verificarne la vacuità.
 IL NULLA PRIMORDIALE, invece, esiste in una condizione. . .
 A-Temporale A-Spaziale. Che trascende ogni Nostra Logica. Ed allora Oggi...

Questo e' un concetto complesso per la mente ma . . .

. . .semplice per l’Anima che intuitivamente partecipa all’esperienza della creazione.

Nessuna materia, nessuna radiazione, nessuna onda o particella, fino all’istante in cui un misterioso evento,

inspiegabile quanto intenso, ha messo in moto il Cosmo. 

Tempo, spazio e materia hanno iniziato, improvvisamente, a esistere.

L'UNIVERSO QUESTO SCONOSCIUTO

L'Universo è comunemente definito come il complesso di tutto lo spazio e di ciò che contiene il che comprende tutta la materia e l'energia, i pianeti, le stelle, le galassie e il contenuto dello spazio intergalattico.
L'osservazione scientifica dell'Universo, la cui parte osservabile ha un diametro di circa 93 miliardi di anni luce suggerisce che l'Universo sia stato governato dalle stesse leggi e costanti fisiche per la maggior parte della sua storia e in tutta la sua estensione osservabile, e permette di fare delle inferenze sulle sue fasi iniziali. La teoria del
Big Bang è il più accreditato modello cosmologico che descrive la nascita dell'Universo; si calcola che il Big Bang sia avvenuto circa 13,798 ± 0,037 miliardi di anni fa.

Documentario sulla creazione dell'universo

Nel nostro Universo (tralasciando, se esistono, altri Universi: il cosiddetto Multiverso) è stato calcolato che esistono circa 100 miliardi di galassie con una media di circa 100 miliardi di stelle per galassia: un numero di stelle corrispondente circa al numero di 10 elevato a potenza 22, ossia 10 con ben 22 zeri: un numero immenso ma non infinito, il quale, secondo taluni scienziati, è quasi sicuramente superiore al numero dei granelli di sabbia di tutte le spiagge della Terra!  

"La cosa più incomprensibile dell'universo è che esso è comprensibile!"   

                                                                                                                                                      (A. Einstein

UNIVERSI PARALLELI

 UNIVERSO INFINITO

 UNIVERSO VIDEO

STORIA DELL'UNIVERSO E DELL'UMANITA' IN 2 MINUTI

    VIAGGIO NELL'UNIVERSO IN VIDEO CONTINUI   N° 6

Ed ora Andiamo a fare un giro viaggiando ad alta velocità

...Saltando le distanze a multipli di 10

Iniziamo con 10 elevato a 0 equivalente a 1 metro, aumentando le proporzioni in multipli di 10 ovvero, 10 elevato a 1 (10 metri), 10 elevato a 2 (10x10 = 100 metri, 10 elevato a 3 (10x10x10 = 1.000 metri), 10 elevato a 4 (10x10x10x10 = 10.000 metri), in seguito, fino al limite della nostra immaginazione, verso il macrocosmo.
Dopo ritorneremo, ancor più velocemente, fino al punto di partenza e faremo un viaggio inverso, ovvero, diminuiremo le distanze percorse in proporzioni di multipli del 10, fino allinterno della materia, del microcosmo.
Osserva come le leggi dell universo sono costanti e rifletti su come l'essere umano deve ancora imparare molte cose...

 Chi ha Creato l'Universo ?

. . . ORA INIZIAMO DAL PRINCIPIO DI TUTTO

 

Come si evolverà

Ci sono 400 milioni di stelle solo nella Via Lattea, e forse  400 milioni di Galassie nell'Universo, è ragionevole che la fuori, in un cosmo che ha 14 miliardi di anni, esista o sia esistita un civiltà avanzata almeno quanto la nostra. E' l'enormità dei numeri a pretendere che sia così. Ma allora perchè gli extraterrestri non ci hanno lasciato tracce, messaggi, artefatti ? Se le dimensioni e l'età dell'Universo sostengono con forza l'esistenza di popolazione aliene, perchè non ne abbiamo testimonianza ?

Dal giorno del 1950 in cui, parlando con i colleghi alla mensa di Los Alamos, un serenissimo Enrico Fermi domando:

" DOVE SONO TUTTI QUANTI ? "

Questo paradosso porta il suo nome.

Negli anni, schiere di scienziati di primo piano, ma anche filosofi, storici e autori di fantascienza ed anche il sottoscritto, si sono cimentati con il paradosso di Fermi, qualcuno sostiene che gli alieni siano, non riconosciuti, già in mezzo a noi, altri affermano che semplicemente le Civiltà Extraterresti non ci abbiano ancora comunicato la loro presenza, e come si può immaginare non mancano gli scettici

VIDEO CORRELATI

 

SPAZIO SCONOSCIUTO

VIAGGIO AI CONFINI DELL'UNIVERSO

Soltanto un secolo fa gli scienziati ritenevano che l'intero

U N I V E R S O

 fosse racchiuso nella nostra galassia, la

VIA LATTEA.

Nel corso del XX secolo, pero, grandi passi avanti nel campo dell'astronomia, della fisica e della tecnologia hanno svelato le impressionanti dimensioni del COSMO. Alcune scoperte hanno anche messo in luce quanto siano limitate le conoscenze dell'uomo. Ad  esempio negli ultimi decenni gli astronomi si sono resi conto di non sapere cosa costituisce più del 90 per cento dell'universo.Per di più le scoperte che hanno portato a questa conclusione hanno indotto gli scienziati a mettere in discussione la loro comprensione dei principi stessi della fisica.Ovviamente questi interrogativi non sono una novità.Per esempio, verso la fine del XIX secolo studiosi di fisica riscontrarono qualcosa di singolare riguardo la velocità della luce.Scoprirono che relativamente a un osservatore la luce viaggiava sempre alla stessa velocità a prescindere da quella dell'osservatore stesso.Ma questo sembrava contrario al buon senso. Il problema fu affrontato da Albert Einstein, che nel 1905 formulo la teoria della relatività ristretta,secondo la quale distanza, tempo e massa non sono assoluti.  Poi, nel 1907, dopo un'intuizione che definì"IL PENSIERO PIU' FELICE DELLA MIA VITA"Einstain iniziò ad elaborare la teoria della relatività generale, che pubblicò nel 1916.In quest'opera rivoluzionaria mise in relazione gravità, spazio e tempo, e raffinò la fisica newtoniana.

UNIVERSO IN ASPANSIONE

In base alle prove disponibili all'epoca, Einstein credeva che l'universo fosse statico, cioè che non si espandesse nè si contrasse. Tuttavia nel 1929 l'astronomo Edwin Hubble presento prove indicanti che l'universo è in espansione. Inoltre Hubble svelò un mistero di lunga data riguardante alcune macchie luminose visibili nel cielo notturno e definite "NEBULOSE" perchè assomigliavano a nubi gassose. Dove si trovavano queste nebulose ? All'interno della nostra galassia o all'esterno, come aveva ipotizzato più di un secolo prima l'astronomo britannico Sir William Herschel (1738-1822)?  Quando per la prima volta stimò la distanza tra la Terra e una di queste entità, la Nebulosa di Andromeda, nella costellazione omonima. Hubble concluse che tale nebulosa era in realtà una galassia distante un milione di anni LUCE. Questo la collocava molto al di là della Via Lattea, il cui diametro è di "appena" 100.000 anni luce. Man mano che calcolava la distanza di altre nebulose, Hubble iniziò a svelare le smisurate dimensioni del cosmo e diede il via a una rivoluzione nel campo dell'astronomia e della cosmologia. Fu poco tempo dopo questa scoperta che Hubble notò che l'universo si espande, poichè riscontrò che le galassie si stavano allontanando dalla Terra. Inoltre osservò che quanto più le galassie erano lontane tanto più rapido era il loro allontanamento. Da queste osservazioni si deduce che l'universo di ieri era più piccolo di quello di oggi. Qunado nel 1929 pubblicò le sue rivoluzionarie scoperte, Hubble spianò la strada all'elaborazione dell teoria del

"BIG BANG"

Secondo cui l'universo ebbe origine da un'esplosione circa 13 miliardi di anni fa. Ma il quadro è ancora incompleto.

A CHE RITMO SI ESPANDE ?

Dal Tempo di Hubble gli astronomi cercarono di deteminare con la massima accuratezza possibile il ritmo di espansione dell'universo, o

"COSTANTE DI HUBBLE".

Perchè queste misurazioni sono cos' importanti ?  Se gli astronomi fossero in grado di calcolare la velocità a cui si espande l'universo, potrebbero stimarne l'età. Inoltre, il ritmo di espansione potrebbe avere profonde implicazioni sul nostro futuro. In che senso ? Per esempio si ipotizza che, se l'universo si stà espando troppo lentamente, la forza di gravità avrà in fine la meglio e farà collassare il tutto nel cosiddetto "BIG CRUNCH", o grande implosione. Se invece l'espansione stà avvenendo in maniera troppo rapita. l'universo continuerà ad espandersi fino a dissolversi.   Sebbene grazie a rilevamenti più accurati sia stato possibile rispondere ad alcune domande, ne sono sorte altre che gettano ombra sulla comprensione attuale della materia e delle forze fondamentali della natura.

ENERGIA OSCURA E MATERIA OSCURA

  Nel 1998 i ricercatori, analizzando la luce proveniente da un particolare tipo di supernova (una stella che esplode), hanno scoperto che l'espansione dell'universo è in accelerazione. A dispetto dello scetticismo iniziale, le prove sono diventate sempre più numerose. Naturalmente gli scienziati volevano sapere quale forma di energia provocava questa espansione accelerata. Innanzi tutto tale energia sembrava agire agire in opposizione alla gravità e inoltre non era contemplata dalle teorie esistenti. Questa misteriose forma di energia è stata appropriatamente chiamata ENERGIA OSCURA, e potrebbe costituire quasi il 75 per cento dell'universo.  Questo tipo di energia, però, non è l'unico aspetto "oscuro" emerso recentemente. Ne venne riscontrato un altro negli anni '80, quando gli astronomi esaminarono varie galassie che, come la nostra, sembravano girare troppo in fretta per mantenere la loro aggregazione. Evidentemente, quindi, devono la necessaria coesione gravitazionale a una qualche forma di materia. Ma che tipo di materia ? Non sapendo rispondere, gli scienziati l'hanno denominata materia oscura, poichè non assorbe, non emette e non riflette quantità rilevanti di radiazioni.  Quanta  MATERIA OSCURA  c'è nell'universo ?  In base ai calcoli potrebbe rappresentare il 22 per cento o più della massa totale.  E' da notare che, secondo le stime attuali, la MATERIA ORDINARIA rappresenta circa il 4 per cento della massa dell'universo. Le due grandi incognite, l'energia oscura e la materia oscura, sembrano costituire il resto. Pertanto circa il 96 per cento dell'universo rimane un assoluto mistero.

RIASSUMENDO

nell'Universo esisterebbe:

74%  ENERGIA OSCURA 

22%  MATERIA OSCURA

4%  MATERIA ORDINARIA

 

UNA RICERCA INFINITA

 La scienza è in cerca di risposte.  Troppo spesso, però, le risposte a certi quesiti sollevano altri quesiti. Ci vorrà molto Tempo prima che l'Uomo carpisca tutti i segreti dell'Universo.Comunque non dobbiamo temere previsioni catastrofiche in relazione all'universo.

Dopo tutto la scienza ha solamente scalfito la superficie della realtà, mentre il Creatore conosce ogni cosa

UNIVERSE RELAX

Universi Paralleli

COSMOLOGIA

Interessantissimo link in inglese, lingua che ormai tutti conoscono almeno lo spero

Immagini di luce  che percorrono lo spazio e da lontanissimo giungono sino a noi tramite

IL TELESCOPIO SPAZIALE HUBBLE

SUONI DELL'UNIVERSO

NEBULOSE

Una nebulosa (dal latino: nuvola: pl. Nebulae) è una nuvola interstellare di polvere, idrogeno e plasma.

Originariamente il termine nebulosa veniva impiegato per indicare un qualsiasi oggetto astronomico di grandi dimensioni, incluso le galassie

(per esempio la Nebulosa di Andromeda faceva riferimento alla Galassia di Andromeda prima che le galassie venissero scoperte da Edwin Hubble).

Le nebulose spesso hanno delle regioni adatte alla formazione delle stelle, come nella Nebulosa Aquila.

Una di queste regioni si può notare nella famosa immagine della NASA, I Pilastri della Creazione.

In queste regioni, la formazione di gas, polvere e altra materia che si aggregano per formare una massa maggiore,

attraggono ulteriore materia fino a raggiungere le dimensioni necessarie per diventare una stella.

Si pensa che la materia residua possa intervenire a formare i pianeti e altri corpi del sistema planetario.
Soundtrack: Vibrazione onde elettromagnetiche di Giove
Buona visione!!!!

SPAZIO TEMPO

L'UNIVERSO ELEGANTE

E LA RICERCA DELLA TEORIA ULTIMA

Oggi fisici e matematici lavorano a una delle più ambiziose teorie mai proposte:

La teoria delle Stringhe

Grazie a essa, lo scontro secolare tra le leggi del grande (la relatività generale) e le leggi del piccolo (la meccanica dei quanti) viene superato a vantaggio di una superiore unità, basata sull'affermazione che tutti gli eventi dell'universo nascono da un'unica entità: microscopici cicli di energia nascosti nel cuore della materia. Per questa capacità di unificare tutte le forze della natura, la teoria delle stringhe è stata definita "la teoria di ogni cosa".

FILMATI CORRELATI

UNIVERSI PARALLELI

A S T R O F I S I C A

A S T R O N O M IA

sonofRA72  non  profit  l'origine  perduta  opinioni  personali  ufo  alieni 

 sbarchi  pianeta  terra  origine  della  vita  evoluzione  teoria

EARTH TRIBUTE

UNIVERSO INFINITO

Cari Amici, spero di non averVi scocciati con tante nozioni scientifiche

Vorrei farmi perdonare con questa mia ricerca di Stupendi:

APPROFONDIMENTI

DOVE SONO GLI ALIENI ?

COSA SUCCESSE 65 MILIONI DI ANNI FA ?

Abbiate pazienza è ancora in lavorazione

QUALCHE LINK POTREBBE NON ESSERCI PIU' OPPURE ESSERE VARIATO

PER LA CONTINUA EVOLUZIONE DEGLI STESSI CHIEDO VENIA

IL VOSTRO Prof. Luigi Melcarne

RITORNA DELL'ASTRONOMIA

DOCUMENTARIO UNIVERSO COMPLETO

RITORNA AL MENU'